testata
l'Italia dimenticata: da gianni_c in data 29.09.2018 [Busseto IT]
Una offesa alla nostra storia
foto gianni_cfoto gianni_c

Corchia, paesino annidato nell’Appennino parmense tra verdi castagni e faggete.
Un paese medioevale con case in sasso, paese che in parte è stato sapientemente restaurato.

Nel paese si trova la chiesa di San Martino, non si conosce l’epoca in cui è stata edificata, ma si può immaginare che risalga anch’essa al medioevo quando i pellegrini percorrevano la via francigena.
Caratterizzata da un’insolita facciata a capanna su cui si erge il campanile costituendo un piccolo portico di ingresso, all’interno affreschi raffiguranti l’ultima cena e i quattro evangelisti.

E qui lo scempio di cui il responsabile o i responsabili dovrebbero essere additati al pubblico ludibrio, anche se non so chi siano.

Sconsacrata nel 1950 in quanto nelle vicinanze è stata edificato un obbrobrio di chiesa che niente ha a che fare con lo stile medioevale del paese, adibita a deposito e completamente in degrado.

Come detto non sappiamo chi siano i responsabili che hanno speso i soldi per far costruire la nuova chiesa al posto di spenderli per restaurare quella che rappresenta una parte della nostra storia.

A detta di alcuni  quel piccolo gioiello è anche a rischio di crollo, bene così sparirà anche la sua memoria e poi anche la nostra.

Vergogna, vergogna, vergogna

gianni_c
13.10.2018

Ho aspettato ha aggiornare il post in quanto il 1° ottobre u.s., come richiesto dal sindaco di Berceto sig. Luigi Lucchi, abbiamo inviato al presidente della fondazione Cariparma la seguente email:

Gentile Presidente Fondazione Cariparma  Prof. Gino Gandolfi

Desideriamo far presente alla vs attenzione lo stato di degrado e precarietà in cui versa l’antica chiesa di San Martino di Corchia, un raro esempio di architettura, inserita in un paese medioevale, in gran parte restaurato. (già segnalato sul ns. sito https://www.borgo-italia.it/forum/leggi_disussione-01.php?se=5&id=65)
Ben conoscendo la vs sensibilità verso la conservazione dei beni storico- culturali, che, del resto, sono il maggior patrimonio della nostra nazione, auspichiamo un vs intervento a sostegno del lavoro volto alla salvaguardia del bene, come fortemente voluto dal sindaco, Sig. Luigi Lucchi, dal parroco e dai cittadini di Berceto.
Ringraziando dell’attenzione porgo cordiali saluti
Dr Gianni  Catelani

ho aspettao sino ad oggi in quanto non posso certo pretendere di avere una ristosta a sterooto giro di invio, ma comincio a pensare che il presidente della fondazione (o chi per esso) non abbia presente il detto:
"chiedere è lecito, rispondere è cortesia"

Ho segnalato anche il problema all'associazione ITALIA NOSTRA e anche da loro sono in attesa di uno straccio di risposta.

gianni_c
29.09.2018

Riceviamo e pubblichiamo

La vostra segnalazione mi è particolarmente gradita perchè cerco, come Sindaco, come del resto fa il parroco Don Giorgio Laurenti, il bene è parrocchiale, le risorse per restaurare questo gioiello che è certamente vergognoso, per tutti, se nel 2018 si lasciasse crollare.
Ho letto il vostro post e credo che si esprimano giudizi non ponderati.
Al tempo in cui fu costruita la nuova chiesa c'era voglia di uscire dalla miseria e questo errore di lasciar perdere il "vecchio" per volere il nuovo è stato fatto in tanti luoghi, ad esempio a Pietramogolana.
Le scelte fatte, però, oggi certamente sbagliate vanno contestualizzate con i tempi in cui furono fatte.
Probabilmente oggi le stesse persone che allora volevano le chiese nuove sarebbero disponibili e chiedono, a gran voce, di restaurare e non lasciar crollare l'antica chiesa.
Luigi Lucchi Sindaco di Berceto.

Il sindaco Sig: Luigi ci ha inoltre segnalato che vi è anche il sostegno del parroco di Berceto e che:
Abbiamo preventivi e progetti. (300.000 euro) dell'ing. Pier Paolo Corchia (Policreo s.r.l).

Inoltre anche l'antica e bellissima chiesa di Pietramogolana, altra località di Berceto e che chi viaggia sull’autostrada Parma-La Spezia non può fare a meno di notare, necessita di lavori di consolidamento.

Un grazie al  sindaco Luigi Lucchi che, contrariamente ad altre amministrazioni comunali, ci ha sollecitamente risposto.


non puoi rispondere,puoi solo leggere i vari post.
torna alla index del forum e loggati o iscriviti


segnala su: