borgo-italia

borgo-italia

gli speciali
italiano  english
Alghero, la piccola Barcellona
(Alghero (SS) - Sardegna)
testi di: borgo-italia [solo desktop] - foto di: Francesca Giona
1/35]
Alghero piccola barcellona
2/35]
Alghero piccola barcellona
3/35]
Alghero piccola barcellona
4/35]
Alghero piccola barcellona
5/35]
Alghero piccola barcellona
6/35]
Alghero piccola barcellona
7/35]
Alghero piccola barcellona
8/35]
Alghero piccola barcellona
9/35]
Alghero piccola barcellona
10/35]
Alghero piccola barcellona
11/35]
Alghero piccola barcellona
12/35]
Alghero piccola barcellona
13/35]
Alghero piccola barcellona
14/35]
Alghero piccola barcellona
15/35]
Alghero piccola barcellona
16/35]
Alghero piccola barcellona
17/35]
Alghero piccola barcellona
18/35]
Alghero piccola barcellona
19/35]
Alghero piccola barcellona
20/35]
Alghero piccola barcellona
21/35]
Alghero piccola barcellona
22/35]
Alghero piccola barcellona
23/35]
Alghero piccola barcellona
24/35]
Alghero piccola barcellona
25/35]
Alghero piccola barcellona
26/35]
Alghero piccola barcellona
27/35]
Alghero piccola barcellona
28/35]
Alghero piccola barcellona
29/35]
Alghero piccola barcellona
30/35]
Alghero piccola barcellona
31/35]
Alghero piccola barcellona
32/35]
Alghero piccola barcellona
33/35]
Alghero piccola barcellona
34/35]
Alghero piccola barcellona
35/35]
Alghero piccola barcellona

gli speciali di
BORGO ITALIA

italiano english
i nostri sponsor
fantasy tale travel Ci sono un sacco di posti che vale la pena di scoprire
borgo-italia: gli speciali
scrivi un commento scrivi un commento    leggi commenti leggi commenti [0]

Alghero, la piccola Barcellona
(Alghero (SS) - Sardegna)

Grazie alla nostra amica Francesca possiamo ammirare un altro gioiello di questa meravigliosa isola: Alghero, di cui vediamo alcuni degli aspetti più suggestivi.

Ricca di palazzi e chiese che meritano un’attenzione particolare.

Da non dimenticare anche, oltre all’enogastronomia (con l’Alghero DOC e la famosa aragosta all'algherese e altri piatti e prodotti apprezzati in tutto il mondo), l'artigianato algherese che è legato soprattutto alla creazione di gioielli in corallo rosso, per cui la riviera è famosa, ma anche per la cesteria e la tipica produzione di artigianato sardo.

Una curiosità, è conosciuta anche come Barceloneta (la piccola Barcellona) avendo conservato l’uso della lingua catalana orientale tuttora parlata.

clicca sulle foto per ingrandirle/chiuderle
Alghero piccola barcellona
[1]
Alghero piccola barcellona
[2]
Alghero piccola barcellona
[3]
Alghero piccola barcellona
[4]
Alghero piccola barcellona
[5]
Alghero piccola barcellona
[6]
Alghero piccola barcellona
[7]
Alghero piccola barcellona
[8]
Alghero piccola barcellona
[9]
Alghero piccola barcellona
[10]
Alghero piccola barcellona
[11]
Alghero piccola barcellona
[12]
Alghero piccola barcellona
[13]
Alghero piccola barcellona
[14]
Alghero piccola barcellona
[15]
Alghero piccola barcellona
[16]
Alghero piccola barcellona
[17]
Alghero piccola barcellona
[18]
Alghero piccola barcellona
[19]
Alghero piccola barcellona
[20]
Alghero piccola barcellona
[21]
Alghero piccola barcellona
[22]
Alghero piccola barcellona
[23]
Alghero piccola barcellona
[24]
Alghero piccola barcellona
[25]
Alghero piccola barcellona
[26]
Alghero piccola barcellona
[27]
Alghero piccola barcellona
[28]
Alghero piccola barcellona
[29]
Alghero piccola barcellona
[30]
Alghero piccola barcellona
[31]
Alghero piccola barcellona
[32]
Alghero piccola barcellona
[33]
Alghero piccola barcellona
[34]
Alghero piccola barcellona
[35]

Un po' di storia :
Alghero affonda le proprie radici sino al neolitico (5-6.000 anni a.C.).
Presenti poche influenze fenice, mentre sono presenti testimonianze romane.
L’attuale Alghero si deve alla famiglia genovese dei Doria, rimanendo per secoli sotto l’influenza delle Repubbliche Marinare.

A seguito dell’epidemia di peste che colpì tutta l’isola, alcuni discendenti dei Doria, nel 1350, cedettero i loro diritti a Pietro IV d'Aragona, mentre altri li cedettero alla Repubblica di Genova, con il conseguente scontro tra le due fazioni.

Dopo alterne vicende Pietro IV d'Aragona riprese il controllo della città con la diplomazia, sostituendo la popolzione originaria, deportata in schiavitù, con nuovi coloni e a questo si deve l’origine della parlata catalana locale.
Nel 1652 fu colpita da una nuova pestilenza, che flagellò tutta l’isola per quattro anni.

Nel 1720 il Regno di sardegna passò sotto i Savoia seguendone le sorti sino alla storia odierna senza comunque mutamenti sostanziali alla tradizione culturale e linguistica della città .

Per altre info :
Alghero

Si ringrazia la nostra amica Francesca per le belle immagini che ci ha permesso di pubblicare

testi di: borgo-italia [solo desktop]
foto di: Francesca Giona

data di pubblicazione: 22-05-2014