borgo-italia

borgo-italia

gli speciali
italiano  english
il castello di Roccabianca
(Roccabianca (PR) - Emilia Romagna)
testi di: borgo-italia [solo desktop] - foto di: gianni
1/36]

castello di Roccabianca
2/36]

castello di Roccabianca
3/36]

castello di Roccabianca
4/36]

castello di Roccabianca
5/36]

castello di Roccabianca
6/36]

castello di Roccabianca
7/36]

castello di Roccabianca
8/36]

castello di Roccabianca
9/36]

castello di Roccabianca
10/36]

castello di Roccabianca
11/36]

castello di Roccabianca
12/36]

castello di Roccabianca
13/36]

castello di Roccabianca
14/36]

castello di Roccabianca
15/36]

castello di Roccabianca
16/36]

castello di Roccabianca
17/36]

castello di Roccabianca
18/36]

castello di Roccabianca
19/36]

castello di Roccabianca
20/36]

castello di Roccabianca
21/36]

castello di Roccabianca
22/36]

castello di Roccabianca
23/36]

castello di Roccabianca
24/36]

castello di Roccabianca
25/36]

castello di Roccabianca
26/36]

castello di Roccabianca
27/36]

castello di Roccabianca
28/36]

castello di Roccabianca
29/36]

castello di Roccabianca
30/36]

castello di Roccabianca
31/36]

castello di Roccabianca
32/36]

castello di Roccabianca
33/36]

castello di Roccabianca
34/36]

castello di Roccabianca
35/36]

castello di Roccabianca
36/36]

castello di Roccabianca

gli speciali di
BORGO ITALIA

italiano english
i nostri sponsor
fantasy tale travel Ci sono un sacco di posti che vale la pena di scoprire
borgo-italia: gli speciali
scrivi un commento scrivi un commento    leggi commenti leggi commenti [0]

il castello di Roccabianca
(Roccabianca (PR) - Emilia Romagna)

Tra gli innumerevoli castelli della provincia di Parma, sicuramente è di grande interesse anche quello di Roccabianca, anche se in alcune parti alterato da vecchi restauri non adeguati.
Forse un po’ nascosto dalle circostanti costruzioni, svetta per l’austero maschio.

I recenti restauri, invece, hanno messo in evidenza pregevoli affreschi che ricordano un poco la rocca dei Rossi di San Secondo Parmense, del resto abbastanza logico in quanto fatto erigere da Pier Maria Rossi già signore di detta rocca (rocca dei Rossi).

Non mancate di salire in cima al maschio per ammirare il panorama della pianura e del sottostante paese.

clicca sulle foto per ingrandirle/chiuderle
castello di Roccabianca
[1]
castello di Roccabianca
[2]
castello di Roccabianca
[3]
castello di Roccabianca
[4]
castello di Roccabianca
[5]
castello di Roccabianca
[6]
castello di Roccabianca
[7]
castello di Roccabianca
[8]
castello di Roccabianca
[9]
castello di Roccabianca
[10]
castello di Roccabianca
[11]
castello di Roccabianca
[12]
castello di Roccabianca
[13]
castello di Roccabianca
[14]
castello di Roccabianca
[15]
castello di Roccabianca
[16]
castello di Roccabianca
[17]
castello di Roccabianca
[18]
castello di Roccabianca
[19]
castello di Roccabianca
[20]
castello di Roccabianca
[21]
castello di Roccabianca
[22]
castello di Roccabianca
[23]
castello di Roccabianca
[24]
castello di Roccabianca
[25]
castello di Roccabianca
[26]
castello di Roccabianca
[27]
castello di Roccabianca
[28]
castello di Roccabianca
[29]
castello di Roccabianca
[30]
castello di Roccabianca
[31]
castello di Roccabianca
[32]
castello di Roccabianca
[33]
castello di Roccabianca
[34]
castello di Roccabianca
[35]
castello di Roccabianca
[36]

Un po’ di storia, con un pizzico di gossip:
Costruito verso la metà del ‘400 da Pier Maria Rossi stupisce per il fatto di essere un castello di tipo prettamente medioevale, quando all’epoca, con l’avvento delle armi da fuoco, tale tipo di castelli non era più difendibile cosa che non deve essere sfuggita a Pier Maria valente conoscitore dell’arte militare e già sposato a Antonia Torelli.

Infatti il castello non fu costruito con scopi militari, ma come residenza per l’amata Bianca Pellegrini, quindi un pied à terre ante litteram.

Anche il paese subì l’influenza di Bianca Pellegrini, prima chiamato Arzenoldo (o Arsinoldo o Rezinoldo), divenne Roccabianca cioà la rocca di Bianca.

Un suggerimento:
Nel castello c’è un interessante shoop dove è possibile assaggiare ed acquistare squisiti liquori locali, tra cui citiamo il bargnolino, lo sburlon e l’immancabile nocino.

Un appunto:
peccato che la piazza antistante l’attuale ingresso, piazza Minozzi, sia in uno stato di degrado.
Un’accorta manutenzione degli edifici la renderebbero il “salotto buono” da cui poi accedere al castello.

Per altre info:
castelli del ducato

testi di: borgo-italia [solo desktop]
foto di: gianni

data di pubblicazione: 31-08-2013