borgo-italia

borgo-italia

gli speciali
italiano  english
Veleia romana
(Lugagnano Val d'Arda (PC) - Emilia Romagna)
testi di: borgo-italia [solo desktop] - foto di: gianni
1/26]

Veleia romana
2/26]

Veleia romana
3/26]

Veleia romana
4/26]

Veleia romana
5/26]

Veleia romana
6/26]

Veleia romana
7/26]

Veleia romana
8/26]

Veleia romana
9/26]

Veleia romana
10/26]

Veleia romana
11/26]

Veleia romana
12/26]

Veleia romana
13/26]

Veleia romana
14/26]

Veleia romana
15/26]

Veleia romana
16/26]

Veleia romana
17/26]

Veleia romana
18/26]

Veleia romana
19/26]

Veleia romana
20/26]

Veleia romana
21/26]

Veleia romana
22/26]

Veleia romana
23/26]

Veleia romana
24/26]

Veleia romana
25/26]

Veleia romana
26/26]

Veleia romana

gli speciali di
BORGO ITALIA

italiano english
i nostri sponsor
fantasy tale travel Ci sono un sacco di posti che vale la pena di scoprire
borgo-italia: gli speciali
scrivi un commento scrivi un commento    leggi commenti leggi commenti [0]

Veleia romana
(Lugagnano Val d'Arda (PC) - Emilia Romagna)

Definita da alcuni esperti la “Pompei del Nord Italia” è situata nella valle del Chiero a 460 m s.l.m., un’ area archeologica tra le più importanti dell'Emilia Romagna e ancora soggetta a degli studi di approfondimento e di restauro.
Un'affascinante e suggestiva meta per coloro che vogliono scoprire un posto insolito, quasi mistico, e al di fuori del turismo di massa.

clicca sulle foto per ingrandirle/chiuderle
Veleia romana
[1]
Veleia romana
[2]
Veleia romana
[3]
Veleia romana
[4]
Veleia romana
[5]
Veleia romana
[6]
Veleia romana
[7]
Veleia romana
[8]
Veleia romana
[9]
Veleia romana
[10]
Veleia romana
[11]
Veleia romana
[12]
Veleia romana
[13]
Veleia romana
[14]
Veleia romana
[15]
Veleia romana
[16]
Veleia romana
[17]
Veleia romana
[18]
Veleia romana
[19]
Veleia romana
[20]
Veleia romana
[21]
Veleia romana
[22]
Veleia romana
[23]
Veleia romana
[24]
Veleia romana
[25]
Veleia romana
[26]

Un po' di storia:
Edificata su un agglomerato protostorico divenne un importante municipio romano.
I romani, ingegneri per natura e goderecci, individuarono la presenza di acque saline nel territotorio facendolo diventare un’ importante e tranquilla meta di villeggiatura per vari consoli provenienti dall’Urbe.
Dichiarata città libera nel 42 d.c. fiorì nei primi due secoli dell’era imperiale e, alcuni reperti, dimostrano la sua importanza sino alla metà del 200 d.c., poi iniziò il declino sino a circa il 400, per poi venire completamente dimenticata.
Dovettero passare diversi secoli prima che, a seguito di una casuale scoperta, fu ritrovato (1747) un importante reperto bronzeo: la famosa Tabula Alimentaria Traiana, la più grande tavola scritta in bronzo di tutta l'antichità romana.
Nel 1760 con gli auspici del duca Don Filippo di Borbone, iniziarono i primi scavi archeologici.
Duca a cui si deve anche la costruzione del Museo Archeologico Nazionale di Parma ove si possono ammirare i reperti di Veleia, numerose statue di marmo e bronzo, una statua di Agrippina, madre di Nerone, in marmo lunense, il bronzetto raffigurante Ercole ed altri reperti.
Un museo che è obbligatorio visitare per avere una panoramica completa del sito arceologico.

Per saperne di più:
wikipedia.org
giorgio-lidia.zanetti/veleia
archeobo.arti.beniculturali.it/veleia
archeobologna.beniculturali.it/parma

testi di: borgo-italia [solo desktop]
foto di: gianni

data di pubblicazione: 01-08-2013