borgo-italia

borgo-italia

gli speciali
italiano  english
Grand Tour sui colli parmensi (2° parte)
(Bore - Pellegrino P.se - Salsomaggiore T. (PR) - Emilia Romagna)
testi di: borgo-italia [solo desktop] - foto di: Gianni, Erika C
1/35]
la Pietra Nera
2/35]
Contignaco - panorama
3/35]
Contignaco - panorama
4/35]
castello degli Aldighieri
5/35]
castello degli Aldighieri
6/35]
castello degli Aldighieri
7/35]
castello degli Aldighieri
8/35]
castello degli Aldighieri
9/35]
castello degli Aldighieri
10/35]
castello degli Aldighieri
11/35]
castello degli Aldighieri
12/35]
castello degli Aldighieri
13/35]
castello degli Aldighieri
14/35]
castello degli Aldighieri
15/35]
Contignaco - panorama
16/35]
Contignaco - panorama
17/35]
Contignaco - panorama
18/35]
Contignaco - panorama
19/35]
pieve di San Giovanni Battista
20/35]
pieve di San Giovanni Battista
21/35]
pieve di San Giovanni Battista
22/35]
pieve di San Giovanni Battista
23/35]
pieve di San Giovanni Battista
24/35]
pieve di San Giovanni Battista
25/35]
pieve di San Giovanni Battista
26/35]
pieve di San Giovanni Battista
27/35]
pieve di San Giovanni Battista
28/35]
pieve di San Giovanni Battista
29/35]
pieve di San Giovanni Battista
30/35]
pieve di San Giovanni Battista
31/35]
pieve di San Giovanni Battista
32/35]
pieve di San Giovanni Battista
33/35]
pieve di San Giovanni Battista
34/35]
Salsomaggiore Terme
35/35]
il percorso stradale

gli speciali di
BORGO ITALIA

italiano english
i nostri sponsor
fantasy tale travel Ci sono un sacco di posti che vale la pena di scoprire
borgo-italia: gli speciali
scrivi un commento scrivi un commento    leggi commenti leggi commenti [0]

Grand Tour sui colli parmensi (2° parte)
(Bore - Pellegrino P.se - Salsomaggiore T. (PR) - Emilia Romagna)

Riprendiamo il nostro tour lasciando alle spalle l’eremo di Varone e, tra dolci rilievi, passiamo il valico di Sant’Antonio (640 m slm), ammirando sulla sinistra l’aspra formazione rocciosa della Pietra Nera (vedi).
Si arriva a Contignaco ove, oltre alle verdi ondulazioni, due gioielli medioevali non aspettano altro che di essere visitati: la fortezza degli Aldighieri e la pieve di San Giovanni Battista, entrambi da soli valgono un viaggio.

E, dopo le visite, siamo scesi verso Salsomaggiore Terme appagati dal tour appena finito.

Concludiamo questo speciale con la speranza di aver stimolato la vostra curiosità.
Dimenticavamo: questa è anche terra di sapori quindi non ci sono problemi a trovare un buona trattoria per il vostro ristoro.

clicca sulle foto per ingrandirle e avviare lo slideshow
la Pietra Nera
[1]
Contignaco - panorama
[2]
Contignaco - panorama
[3]
castello degli Aldighieri
[4]
castello degli Aldighieri
[5]
castello degli Aldighieri
[6]
castello degli Aldighieri
[7]
castello degli Aldighieri
[8]
castello degli Aldighieri
[9]
castello degli Aldighieri
[10]
castello degli Aldighieri
[11]
castello degli Aldighieri
[12]
castello degli Aldighieri
[13]
castello degli Aldighieri
[14]
Contignaco - panorama
[15]
Contignaco - panorama
[16]
Contignaco - panorama
[17]
Contignaco - panorama
[18]
pieve di San Giovanni Battista
[19]
pieve di San Giovanni Battista
[20]
pieve di San Giovanni Battista
[21]
pieve di San Giovanni Battista
[22]
pieve di San Giovanni Battista
[23]
pieve di San Giovanni Battista
[24]
pieve di San Giovanni Battista
[25]
pieve di San Giovanni Battista
[26]
pieve di San Giovanni Battista
[27]
pieve di San Giovanni Battista
[28]
pieve di San Giovanni Battista
[29]
pieve di San Giovanni Battista
[30]
pieve di San Giovanni Battista
[31]
pieve di San Giovanni Battista
[32]
pieve di San Giovanni Battista
[33]
Salsomaggiore Terme
[34]
il percorso stradale
[35]

Un po' di storia:
la fortezza degli Aldighieri:
la costruzione del castello risale al XI secolo, pare che la torre risalga al 1030 da Adalberto Pallavicino.
Il controllo del mercato del sale e delle saline provocò notevoli scontri con gli Aldighieri di Parma che lo conquistarono nel 1315.
La leggenda vuole che Dante, nel corso del suo esilio, abbia soggiornato nel castello.
Gli Aldighieri tennero il castello sino al 1537, quando fu assegnato agli Sforza-Pallavicino.
Dopo un periodo di abbandono, la fortezza è stata completamente restaurata e, attualmente, è, in parte, adibita ad azienda agricola; appartiene alle famiglie Vicini e Romanini.
Da notare che la struttura del castello non è stata trasformata in residenza nobiliare, come, nel corso dei secoli, è successo a diversi castelli, ma è rimasta l’antica struttura di fortezza militare posta a guardia del territorio.

la pieve di San Giovanni Battista:
Edificata in stile romanico verso il XII secolo.
Citata nel 1196 in una bolla del papa Celestino III per confermare la sua indipendenza dalla vicina pieve di san Vittore.
Verso la fine del 1700 fu completamente trasformata nello stile barocco.
Dal 1954, fortunatamente, furono intrapresi importanti lavori di restauro per riportarla alla sua originale bellezza, riportando anche alla luce interessanti affreschi medioevali e rinascimentali.

Alcune note:
Nelle colline attorno al castello di Cotignaco si estendono campi e vigneti dell’azienda agricola degli attuali proprietari del castello e si producono degli ottimi vini, che possono essere degustati nella visita al castello, citiamo:
il Bianco del Conte, il Durante, il Rosso del Sasso, il Rosso del Rio dei Predoni.

Quanto presentato è comunque solo una minima parte di quanto si può scoprire esplorando questo territorio.

per saperne di più:
Grand Tour 1° parte
la Pietra Nera
www.castellidelducato.it: castello di contignaco
www.castellodicontignaco.it
wikipedia: Castello di Contignaco
wikipedia: Pieve di San Giovanni Battista

testi di: borgo-italia [solo desktop]
foto di: Gianni, Erika C

data di pubblicazione: 25-09-2018